..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
AC


LIBRI
X
"IL GIOIELLO nella storia, nella moda e nell'arte"
Venerdì 15 febbraio, alle ore 18.00, al il Circolo Sassarese, Fabrizio Casu presenta il suo nuovo saggio
Per l’occasione, verrà esposta al pubblico in sala la collezione di bijoux INNESTI & INTRECCI, un progetto nato dalla collaborazione dell'autore con le maestranze locali. Introduce l’evento la critica d’arte Giannella Demuro


Sassari, 23 gennaio 2019

Venerdì 15 febbraio, alle ore 18.00, al Circolo Sassarese, Fabrizio Casu presenta il suo nuovo saggio. Per l’occasione, verrà esposta al pubblico in sala la collezione di bijoux INNESTI & INTRECCI, un progetto nato dalla collaborazione dell'autore con le maestranze locali. Introduce l’evento la critica d’arte Giannella Demuro.

IL LIBRO

Fin dal suo primo apparire il gioiello non è una semplice espressione di vanità e seduzione, ma associa alla funzione decorativa una moltitudine di significati che lo trasformano a tutti gli effetti in un codice di comunicazione complesso e affascinante.
Esso è da sempre un indicatore di status sociale, sino a tutto il medioevo è considerato uno strumento di protezione dotato di virtù magiche e a partire dall'età moderna si autodetermina come rappresentazione del gusto individuale in simbiosi col Sistema Moda.
Questo saggio mette a confronto la sua evoluzione merceologica, tecnica e stilistica con i cambiamenti politici, economici e culturali della Grande Storia, non tralasciando di analizzare la figura di chi crea questi manufatti, ovvero l'orefice/ gioielliere colto nel passaggio dalla dipendenza curtense alla libera imprenditoria, dalla dimensione artigiana a quella industriale.
Ma il gioiello è anche un'oggetto d'Arte e, se nel quattrocento s'impone come strumento iconologico per decrittare la ritrattistica coeva, nel novecento, con l'affermarsi del concetto di design, si fa portavoce di una democratizzazione dello stile e paradossalmente di un fenomeno elitario e sperimentale qual' è il "gioiello d'autore".
L' ultimo capitolo infine è dedicato alla peculiarità dei monili sardi che, fondendo insieme religiosità e superstizione, artigianato e modernità, localismo e contaminazioni plurime, si fanno protagonisti di "una storia ella Storia"; a seguire sono proposte delle elaborazioni grafiche di alcuni esemplari iconici che hanno reso l'ornamentazione personale un termometro del Tempo.

Fabrizio Casu, nato a Sassari nel 1980, ha frequentato il corso di fashion design alla NABA di Milano e si è laureato nel 2005 con qualifica di "esperto e creativo del settore moda". Dopo aver intrapreso un corso di cool hunting e uno di textile design, matura esperienza di stage presso la Mantero Seta di Como, operando nell'ufficio stile del brand "La Tessitura".
Ha svolto docenza di storia del costume e progettazione moda in scuole pubbliche e private di Sassari, ha organizzato due mostre personali, "Sardinian Gothic" e "Dialogo Alternativo fra Arte e Moda" ed ha partecipato nel 2011 alla Biennale Sardegna, iniziativa promossa dal Padiglione Italia alla 54esima esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia.
Relativamente alla saggistica di settore, ha scritto tre opere: "Novecento: il secolo della moda" e "Madonna, vampira postmoderna" pubblicati dalla casa editrice Edes nel maggio 2013 e "Il lungo viaggio di una chemise" pubblicato da Europa Edizioni nell'ottobre 2014.

LA MOSTRA

"INNESTI E INTRECCI"
Innesti e intrecci è un progetto creativo in cui Fabrizio Casu, saggista del settore moda, riprende in mano la sua precedente professione, il design della moda, partendo però da una prospettiva inedita, il gioiello appunto, grazie anche alle nuove conoscenze acquisite in ambito teorico con la sua ultima pubblicazione IL GIOIELLO (Europa Edizioni, 2018).
La collezione si compone di un piccolo assortimento di pezzi unici (realizzati artigianalmente con l'ausilio delle maestranze locali) ed attua una riflessione personale sul rapporto abito/gioiello che nei secoli ha prodotto espressioni suggestive e differenti: il ricamo gemmato di Bisanzio, l'abito-gioiello del tardo cinquecento, i gioielli di stoffa del XVIII secolo, il tacco-gioiello del Charleston, i bottoni gioiello di Gianni Versace, le borse gioiello della sfilata A/I 2018 di Dolce & Gabbana …
Nei manufatti di Innesti e intrecci questo rapporto viene indagato e sviluppato a livello microscopico, partendo appunto da quello che è l' "intreccio" del tessuto (o armatura): alcuni piccoli campioni di macramè e tessitura a telaio manuale sono stati irrigiditi con resine o semplicemente "trapiantati" su metalli non preziosi, pietre dure o gemme sintetiche per creare ornamenti di varia tipologia (orecchini, bracciali, armille, chocker, pendenti, catene, collane e persino intere parure).
Al discorso sull' "intreccio" si unisce poi quello sull' "innesto" giocato interamente sulla dimensione emotiva della memoria: tutti i materiali utilizzati sono riciclati (raccolti fra i ricordi di infanzia dell'autore) e vengono saldati fra di loro in modo da creare nuove soluzioni estetiche e narrative.
La collezione sarà esposta in occasione della prossima presentazione del libro IL GIOIELLO, al Circolo Sassarese, venerdì 15 febbraio alle ore 18:00.


- CULTURA (index)

- SASSARI
- 2018
- "IL GIOIELLO nella storia, nella moda e
- nell'arte" di Fabrizio Casu
- Europa Edizioni
- Collezione di bijoux INNESTI & INTRECCI

- FOTOGALLERY >>> 1 - 2 - 3 - 4

PRIMI TEMPI
X
X
X
X


1966
incontri
1970
iniziativa politica
1971 - numeri unici
alghero cronache
1972 - periodico
alghero cronache