..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
 
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> Sport index >>> FOTOGALLERY
Rally Terra Sarda – Rally d’Ogliastra. Direzione gara affidata a Furlanetto e De Mori

ILBONO - Mauro Furlanetto e il suo maestro Lucio De Mori come supporto, “il braccio e la mente” del Rally d’Italia che dal 2004 si svolge in Sardegna, guidano la corsa. Iscritti il vincitore della Coppa Italia 3^ zona e il 1°classificato del Campionato Regionale








Il Rally Terra Sarda sarà appuntamento unico firmato Porto Cervo Racing per il 2018 (Ph Giuseppe Mazza)

Ilbono, 30 marzo 2018

Non solo promozione in Coppa Italia per l’ormai imminente Rally Terra Sarda – Rally d’Ogliastra, in programma per i prossimi 13, 14 e 15 aprile, ma anche un’autentica quota di Mondiale Wrc e Parigi Dakar con la direzione gara affidata a Mauro Furlanetto e al suo maestro Lucio De Mori come supporto, “il braccio e la mente” del Rally d’Italia che dal 2004 si svolge in Sardegna. Mauro Furlanetto unico commissario italiano nella Dakar sudamericana del 2018, prima di lui c’è stato lo stesso Lucio De Mori.

Questione di orgoglio. “Siamo davvero soddisfatti di avere con noi due figure di così alto profilo” sottolinea Mauro Atzei presidente della scuderia Porto Cervo Racing, che organizza la gara. “E’ un momento di crescita che ci ha permesso di ottenere la validità per la Coppa Italia. Il Rally d’Ogliastra ha tutte le carte in regola per offrire un grande spettacolo”.

Iscrizioni aperte: c’è tempo fino a lunedì 9 aprile per le iscrizioni dei concorrenti, già piuttosto consistenti e variegate. Si stanno mobilitando i principali team sardi e del Continente. Tanta la curiosità di rivedere al volante i big dell’asfalto nazionale nuovamente su WRC. Maurizio Diomedi e Vittorio Musselli hanno confermato la loro presenza. Il vincitore dell’edizione n.6 del Terra Sarda e della Coppa Italia, Maurizio Diomedi e Vittorio Musselli primo classificato del Campionato Regionale.

Dopo sei edizioni, un percorso cresciuto anno dopo anno grazie a impegno e passione, la gara è stata promossa e inserita in un novero di 16 manifestazioni in tutta Italia, suddivise in quattro zone, nella terza: (Toscana, Lazio, Umbria, Campania, Abruzzo, Marche e Sardegna).

Un riconoscimento importante per la scuderia, arrivato dalla federazione dopo diverse gare organizzate in tutta l’isola. Grazie alla titolarità ottenuta, il rally potrà contare sulla presenza di tanti equipaggi che dalla penisola dovranno partecipare per poter guadagnare punti utili per la finale. Un motivo in più per aprire argomenti tecnico-sportivi di grande valore, oltre che favorire uno spettacolo di alto profilo.

Di primaria importanza è l’interessamento delle istituzioni coinvolte: la Regione Sardegna, la Provincia, la Camera di Commercio. Importante la rinnovata collaborazione con l’Unione dei Comuni (Elini, Arzana, Lanusei, Loceri, Bari Sardo, e Ilbono che ne fanno parte) e l’Unione dei Comuni del Nord Ogliastra formata da Baunei, Girasole, Lotzorai, Talana, Tortolì, Triei, Villagrande Strisaili e Urzulei.

Forte legame con il territorio, un legame che negli anni si è fatto sempre più significativo, attestato dalla crescente partecipazione delle associazioni motoristiche e di volontariato come Ogliastra Racing, Auto sport Baunei, Gruppo Motorsport Urzulei, Gruppo San Giovanni Ilbono, Associazione Landi Lanusei, Ogliastra InFormaRally e dei vari sponsor affezionati.

Le prove speciali: sabato gli equipaggi si sfideranno nei territori di Urzulei, Talana e Santa Maria Navarrese, le ps sono modificate rispetto all’ultima edizione. Domenica i motori torneranno a Lanusei, Arzana, Elini e Ilbono. Accoglieranno gli equipaggi e la carovana rally anche i comuni di Tortolì, Lotzorai, Girasole e Loceri.

“Questa manifestazione - dice Gianni Coda della Porto Cervo Racing - è la conferma che l’impegno costante della scuderia è riuscita a far crescere questa gara e a portarla a importanti livelli nazionali, siamo orgogliosi di aprire questa prima Coppa Italia in Ogliastra. Il Rally Terra Sarda nasce e si conferma grazie alla straordinaria partecipazione dei territori che ci ospitano, sono loro i veri protagonisti, crediamo fortemente nel binomio sport e turismo, la nostra Ogliastra risponde appieno a entrambe le caratteristiche con i suoi meravigliosi scenari naturalistici, le sue tradizioni, la cultura, i prodotti tipici e la rinomata ospitalità”.

La parte tecnica e gli aspetti legati alla sicurezza saranno affidati alle mani esperte di Mauro Nivola e Mediterranean Team, il supporto è dell’Ogliastra Racing presieduta da Fabrizio Seoni.

Grazie anche alle agevolazioni navali, gli organizzatori attendono conferme da parte d’importanti equipaggi provenienti da diverse regioni d’Italia, che, insieme agli atleti sardi, si confronteranno su magnifici e eccezionali asfalti ogliastrini.
Il Rally Terra Sarda sarà appuntamento unico firmato Porto Cervo Racing per il 2018 (Ph Claudio Aresu)

 

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici