..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
 
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> Ambiente index >>> FOTOGALLERY
Earth hour sabato 24 l'ola di buio WWF farà il giro del mondo

CAGLIARI - Sabato 24 marzo alle 20,30 gli skylines di tutto il mondo si vestiranno di buio per un’ora e milioni di persone celebreranno l'Earth Hour, evento mondiale del WWF. In Sardegna sono coinvolte le città di Cagliari che spegnerà Palazzo Civico; Sassari, Palazzo Ducale; Oristano, Piazza Eleonora; Alghero la passeggiata sul porto








Earth Hour - Banner

Cagliari, 23 marzo 2018

Sabato 24 marzo alle 20,30 ora locale, gli skylines di tutto il mondo si vestiranno di buio per un’ora e milioni di persone celebreranno l'Earth Hour, evento mondiale del WWF che quest’anno vuole puntare sulla consapevolezza per un’azione in difesa della natura e dell'ambiente, messi a dura prova dal surriscaldamento globale.

Dalla Torre Eiffel alla Sydney Opera House, dallo stadio Bird's Nest di Pechino al Burj Khalifa di Dubai (l’edificio più alto del mondo) e poi in Italia decine di monumenti e piazze tra cui il Colosseo a Roma, le luci di Piazza San Marco a Venezia, il Castello Sforzesco e UniCredit Tower a Milano, la Mole Antonelliana a Torino, 8 simboli a Firenze tra cui Palazzo Vecchio e il Davide a P.zzale Michelangelo, la Basilica di San Francesco ad Assisi, il Maschio Angioino e Castel dell’Ovo a Napoli, il Santuario di Santa Rosalia a Palermo, il Palazzo Civico a Cagliari.

La manifestazione centrale dell’edizione italiana si svolgerà a Roma al Colosseo con lo spegnimento insieme a Paolo Nespoli, l’astronauta ESA protagonista della missione VITA dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), e la presidente del WWF Italia Donatella Bianchi.

L’evento Earth Hour è nato per connettere tra loro città, comunità, aziende, singole persone, in nome del grande obiettivo di salvare il clima e salvare il Pianeta, riscoprendo la bellezza e l’efficacia di tanti gesti insieme. Un evento globale che unisce i territori e che, proprio per questo, ha sempre più dimostrato e rafforzato nel corso degli anni la sua attualità.

Carmelo Spada - delegato Wwf per la Sardegna - ha dichiarato “In Sardegna sono coinvolte le città di Cagliari che spegnerà Palazzo Civico; Sassari, Palazzo Ducale; Oristano, Piazza Eleonora. La città di Alghero spegnerà la passeggiata sul porto e, grazie alla collaborazione con FIAB (Federazione Italiana Amanti della Bicicletta), si svolgerà una passeggiata in bici sino alla laguna del Calich. Coinvolta anche l’Oasi WWF di Monte Arcosu, in provincia di Cagliari, dove sono previste escursioni, cene a lume di candela e altri eventi. Al di la di tutte le iniziative pubbliche - ha concluso il rappresentate regionale dell’associazione del Panda - ognuno, individualmente, potrà contribuire spegnendo una luce della propria abitazione, un piccolo contributo che insieme a tanti altri diventa grande e significativo per il Pianeta”.

Alla vigilia di Earth Hour 2018 il WWF lancia uno spot d’autore sugli effetti dei cambiamenti climatici, con al centro il difficile percorso di mamma orsa con i suoi cuccioli, prodotto e realizzato da EDI Effetti Digitali Italiani per la regia di Gabriele Muccino, con la voce fuori campo di Stefano Accorsi e le musiche di Paolo Buonvino. http://www.wwf.it/news/notizie/?38620/Un-video-dautore-per-Ora-della-Terra

L’orso polare è stato creato digitalmente da EDI per raccontare la condizione precaria della specie e della sua “casa” che si sta letteralmente sciogliendo a causa del riscaldamento globale. Secondo le stime gli orsi sono complessivamente tra i 22.000 e i 31.000 ma gli ultimi dati forniti dal gruppo degli specialisti dell'orso polare dell’IUCN mostrano che tre sottopopolazioni sono in declino e che esiste un alto rischio di futuro declino vista la velocità di riduzione del ghiaccio marino.
ROMA - Colosseo
Paolo Nespoli (Ph. Courtesy www.wwf.it - © ASI - Agenzia Spaziale italiana)
L'orso polare dello spot di Gabriele Muccino (Ph. Courtesy www.wwf.it)

 

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici