..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
 
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> Ambiente index >>> FOTOGALLERY
Le Centrali idroelettriche Tirso 1 e Tirso 2 passano
alla Regione Sardegna

CAGLIARI - L’accordo è stato sottoscritto dal Direttore Generale dell’Assessorato Regionale dei Lavori Pubblici Marco Dario Cherchi, dal Responsabile per le Energie rinnovabili in Italia di Enel Carlo Pignoloni, dall’Amministratore unico di Enas Giovanni Sistu e dal Commissario del Consorzio di Bonifica dell’Oristanese Andrea Abis





Diga sul Tirso

Cagliari, 20 marzo 2018


È stato firmato oggi l’accordo transattivo tra Regione Sardegna, Enel, Ente acque della Sardegna (Enas) e Consorzio di Bonifica dell’Oristanese con il quale si definiscono le modalità del passaggio alla Regione Sardegna delle Centrali idroelettriche Tirso 1 e Tirso 2.

L’accordo è stato sottoscritto dal Direttore Generale dell’Assessorato Regionale dei Lavori Pubblici Marco Dario Cherchi, dal Responsabile per le Energie rinnovabili in Italia di Enel Carlo Pignoloni, dall’Amministratore unico di Enas Giovanni Sistu e dal Commissario del Consorzio di Bonifica dell’Oristanese Andrea Abis.

L’intesa pone fine alla specifica pendenza giudiziaria sorta tra le parti e arriva a distanza di quasi due anni dalla sentenza con cui il Tribunale Regionale delle Acque di Cagliari ha sancito il subentro della Regione nella titolarità delle due centrali, invitando le parti a una definizione transattiva della vicenda.

Gli impianti idroelettrici Tirso 1 (20MW) e Tirso 2 (4MW), rispettivamente a valle della diga “Eleonora d’Arborea Cantoniera” sul fiume Tirso e a valle della diga “Nuraghe Pranu Antoni” sul fiume Flumineddu, furono progettati e costruiti da Enel con fondi propri a seguito del regolare accordo sottoscritto nel 2001 con il Consorzio di Bonifica di Oristano allora titolare delle concessioni idroelettriche e delle due dighe.

La Regione affiderà la gestione delle Centrali idroelettriche all’Enas che beneficerà dei ricavi della vendita di energia elettrica a far data dal 1 gennaio 2018. La definizione dell’accordo economico comporta l’impegno per Enel a corrispondere una somma forfettaria pari a 2,4 milioni di euro al Consorzio dell’Oristanese e 7,2 milioni alla Regione Sardegna.

Soddisfazione viene espressa dalla Regione Sardegna e da Enel per aver raggiunto l’accordo a seguito di un dialogo improntato alla massima trasparenza e al rispetto delle reciproche posizioni.
CAGLIARI - REGIONE - Due immagini della conferenza stampa sull'accordo ENEL- Regione Sardegna

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici