..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> Cultura - Libri index >>> FOTOGALLERY
A Gianluca Scroccu il "Premio Fiuggi-Storia"

CAGLIARI - Ricercatore dell'UniversitÓ di Cagliari vince uno dei premi pi¨ ambiti tra gli studiosi italiani di storia contemporanea con il libro: "La sinistra credibile. Antonio Giolitti fra socialismo, riformismo ed europeismo" (Carocci Editore). La premiazione mercoledý 7 dicembre alla Camera dei Deputati




Copertina - Gianluca Scroccu


Cagliari, 3 dicembre 2016

Gianluca Scroccu, dottore di ricerca in Storia contemporanea dell’Università di Cagliari, ha vinto la sezione Biografie del Premio Fiuggi-Storia, promosso dalla Fondazione “Giuseppe Levi-Pelloni” in collaborazione con il Comune di Fiuggi. L’importante riconoscimento, giunto alla settima edizione, è stato assegnato al giovane ricercatore cagliaritano per il suo volume “La sinistra credibile. Antonio Giolitti fra socialismo, riformismo ed europeismo” (edito da Carocci Editore).

La premiazione del dottor Scroccu – con i vincitori delle altre sezioni in cui è suddiviso il Premio – avverrà alla Camera dei Deputati mercoledì 7 dicembre alle 16.30, in una cerimonia prevista nella Sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in via del Seminario a Roma.

Il Premio è promosso dalla Fondazione “Giuseppe Levi-Pelloni” in collaborazione con il Comune di Fiuggi, e costituisce uno dei premi più ambiti per i ricercatori di storia.

Antonio Giolitti è stato uno dei maggiori protagonisti della sinistra italiana: prima da militante e deputato del Partito Comunista (fu eletto all'Assemblea Costituente), a cui si avvicinò negli anni della guerra partigiana, e successivamente in qualità di dirigente di primo piano del Psi, partito a cui aderì dopo la fuoriuscita dal Pci in seguito alla brutale invasione dei carri armati sovietici in Ungheria nel 1956.
Basandosi sullo studio di fonti archivistiche inedite e a stampa, il volume ricostruisce la sua vicenda politica dal 1964 alla morte nel 2010, analizzandone l'esperienza nei governi di centro-sinistra degli anni Settanta e l'attività come Commissario europeo dal 1977 al 1984. Si sofferma inoltre sulla sua militanza nel Psi dagli anni Sessanta alla metà degli anni Ottanta, con particolare attenzione ai suoi rapporti con Craxi, sino alla rottura e al riavvicinamento verso il pci culminato nella candidatura come indipendente alle elezioni politiche del 1987 e sul successivo impegno dopo il 1989 nel costruire un nuovo partito della sinistra credibile e riformista, prima a fianco del Pds e poi dei Ds.
La figura di Giolitti che emerge dal libro è rappresentativa della sinistra italiana nella seconda metà del Novecento, in particolare sul versante dei rapporti con il socialismo europeo e delle sfide aperte dalla mondializzazione dell'economia e dal governo di società sempre più complesse.

Classe 1977, Gianluca Scroccu è dottore di ricerca in Studi Storici per l’età moderna e contemporanea. Più volte borsista di ricerca nell’Ateneo di Cagliari, dal luglio 2016 è titolare di un assegno di ricerca biennale dal titolo "Studio e scrittura di una storia dell’Università di Cagliari nel periodo moderno e contemporaneo" (responsabile scientifico prof. Francesco Atzeni). Nel 2010 ha ricevuto la menzione della giuria al premio nazionale “Giacomo Matteotti”, indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nella sezione saggistica per il volume “La passione di un socialista: Sandro Pertini dalla Liberazione agli anni del centro-sinistra”. Presidente della Fondazione Luca Raggio, è componente del Comitato Scientifico dell'Istituto Gramsci della Sardegna e del direttivo del Comitato di Cagliari dell’Istituto per la storia del Risorgimento della Sardegna. Ha conseguito l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore associato in Storia contemporanea.

La "Filastrocca della fantasia" di Andrea Stella

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici - Privacy