..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> Cultura - Libri index >>> FOTOGALLERY
Cristiano De Andrè presenta "La versione di C."

CAGLIARI - Un'autobiografia sofferta e tormentata che ruota attorno al suo rapporto con il padre Fabrizio, scritta a quattro mani con Giuseppe Cristaldi. Primo appuntamento mercoledì 23 novembre a Cagliari, repliche giovedì 24 ad Arzana, venerdì 25 a Sassari e sabato 26 novembre a Tempio Pausania






“La versione di C.” - La Copertina

Cagliari, 23 novembre 2016

Un racconto intenso, sofferto e tormentato. Cristiano De André si mette a nudo in “La versione di C.” (Mondadori), autobiografia scritta con Giuseppe Cristaldi che ruota attorno al suo rapporto con il padre Fabrizio, gigante della musica italiana. Il cantautore sarà protagonista di un tour letterario in quattro tappe, organizzato all'interno della quarta edizione di Éntula, il festival letterario dell'associazione Lìberos.

Il primo appuntamento è per mercoledì 23 novembre al Teatro Massimo di Cagliari. Giovedì 24 novembre il tour letterario fa tappa ad Arzana, nell'Aula consiliare, venerdì 25 novembre al Museo d'Arte Moderna Masedu di Sassari e sabato 26 novembre in piazza Fabrizio De André a Tempio Pausania. Tutti gli appuntamenti sono in programma alle 18.30 e saranno condotti da Giuseppe Cristaldi, coautore del libro.

La versione di C. (Mondadori). "In Gallura sembra quasi che il cielo decida di abbassarsi. come per fare un favore agli uomini. La volta stellata è li a un palmo, pare uno scolapasta rovesciato. Puoi contare tutte le stelle, puoi dare un appuntamento a ciascuna. Quando la mia famiglia era ancora unita, dopo cena ci stendevamo sulle sdraio in bambù e mi veniva insegnato a leggere la notte e il passato." Cristiano De André per la prima volta traduce i suoi silenzi più intimi e lo fa con una premura vergine. Compie un lungo viaggio a ritroso, dalle doglie di una madre su una slitta, in una Genova innevata, alla visione di un ciuffo notturno che canta i giorni in cui verranno a chiedere dell'amore. Dall'ansia di un sequestro, al germogliare dei colori isolani, belli di libertà, feroci come il sangue adolescenziale. Dal mare, che ora dona un dentice sotto gli occhi increduli di un padre, ora alza l'onda e ingoia la serenità di una famiglia, alle fughe continue da un qualcosa che non arriva. E se arrivasse, non conoscerebbe il gesto della carezza. Da una Londra che punge e annienta e lega a un letto d'ospedale, all'innocenza della musica in un conservatorio. Dalle tournée negli anni di piombo, all'emozione della propria voce che fa l'eco in uno stadio. Dal perdonare al perdonarsi come atto estremo di sopravvivenza da confidare a un figlio.

Cristiano De André è un cantautore e polistrumentista italiano. Figlio del celebre cantautore Fabrizio De André (a cui viene dato il secondo nome del padre), cresce in mezzo alla musica e ai principali nomi del cantautorato italiano degli anni Sessanta e Settanta. Durante l'adolescenza, Cristiano studia chitarra e violino al Conservatorio di Genova e inizia a collaborare alla stesura delle musiche per spettacoli teatrali. Nei primi anni Ottanta fonda un gruppo musicale con alcuni musicisti di Verona e nel 1987 esce il suo primo album da solista. Da allora ha prodotto una decina di album, tra cui "De André canta De André", in cui interpreta dal vivo brani della discografia del padre.

Sassari - Antonello Fresu - NOVECENTO

 

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici - Privacy