..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> Ambiente index >>> FOTOGALLERY
29 maggio Giornata delle Oasi 2016

CAGLIARI - Domenica 29 maggio alla scoperta della natura protetta nell'Oasi WWF di Monte Arcosu, la visita è gratuita per tutti

Cagliari, 26 maggio 2016

Ci sarà una grande festa per la Natura nell’Oasi di Monte Arcosu, domenica 29 maggio dalla mattina alla sera, con un ricco programma:
- Esposizione/mostra mercato dei prodotti del territorio
- Mostra fotografica sugli ambienti naturali della Sardegna
- Proiezione di immagini e filmati
- Battesimo della sella con Associazione Cavalieri S . Efisio
- Laboratori didattici e visite guidate
- Banchetti WWF Italia a sa Canna per raccolta fondi,
Iscrizioni, informazioni sulle attività del Wwf

Visitare un’Oasi WWF è sempre un’esperienza indimenticabile. È il modo più diretto per capire cosa fa il
WWF, e perché è importante che continui il suo impegno. Più di ogni altra esperienza, una giornata in
natura può far scoprire o riscoprire la voglia di agire concretamente per assicurare alle future generazioni
un mondo più sano e più pulito. Sono trascorsi oltre 50 anni e oggi le Oasi sono oltre 100, coprono più di
30 mila ettari di territorio, sono visitate da più di 500 mila persone, e impiegano più di 150 persone tra
dipendenti e giovani delle cooperative. Un sistema di aree protette complesso e articolato, il primo in
Italia gestito da un'associazione privata e tra i primi in Europa. Dall'ecoturismo alle vacanze natura,
dalla tutela legale dei parchi ai programmi di educazione, formazione e informazione ambientale: sono
tantissimi i progetti e le attività svolte dall'Associazione a livello nazionale e locale per difendere le
riserve naturali.

Le Oasi WWF in Sardegna
Nella nostra regione il WWF, con le sue Oasi, è riuscito a proteggere dalla speculazione edilizia e dalla
caccia 3608 ettari di natura. In Sardegna nel 1985 fu creata l'Oasi WWF più grande, quella di Monte
Arcosu, nel 1999 si è aggiunta l'Oasi Steppe sarde e di recente le dune di Scivu. Alcune delle specie
protagoniste delle Oasi sarde sono il cervo sardo che, negli anni ottanta ha rischiato di estinguersi, e oggi
invece grazie al WWF da una popolazione di 70 individui siamo arrivati a 1000; la pernice sarda,
endemica (vive solo in una specifica area) dell'isola; la rara gallina prataiola che vive nelle steppe e
praterie aride dell'Oasi Steppe Sarde.
Nell’Oasi di Monte Arcosu, per divulgare le attività educative legate alla natura, sono ospitate aule didattiche
all'aperto; nell'Oasi Steppe Sarde così come a Monte Arcosu si svolgono attività di ricerca scientifica. Ma
c'è anche tanto altro da vedere e conoscere. Il miglior modo per scoprire le Oasi è quello di vistarle, come
fanno già migliaia di persone tra cui molte scuole.

La "Filastrocca della fantasia" di Andrea Stella

 

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici - Privacy