..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> News index >>> FOTOGALLERY
L'UniversitÓ tutela i meno abbienti e meritevoli, premia i pi¨ bravi

CAGLIARI - L’Ateneo di Cagliari conferma l’esenzione dal pagamento delle tasse per le nuove matricole che si sono diplomate con il massimo dei voti e per gli studenti meritevoli figli di cassintegrati o di lavoratori che hanno perso il posto di lavoro

Cagliari, 20 aprile 2012
L’Ateneo di Cagliari conferma l’esenzione dal pagamento delle tasse per le nuove matricole che si sono diplomate con il massimo dei voti e per gli studenti meritevoli figli di cassintegrati o di lavoratori che hanno perso il posto di lavoro. Si tratta di due iniziative che, per diventare operative, attendono ancora il parere del Consiglio degli Studenti.
Considerato che nell’ultimo anno accademico circa il 30% degli studenti in corso ha goduto per vari motivi dell’esonero dal pagamento delle tasse (5411 studenti sul totale degli iscritti), che la tassazione media in Ateneo è inferiore alla metà della media nazionale (565 euro annui) e che le tasse sono ferme da anni pur in presenza di forti tagli ai finanziamenti ministeriali, al solo fine di stimolare gli studenti ad impegnarsi per migliorare i propri risultati didattici si è deciso di introdurre una sovrattassa per quegli iscritti che non ottengono un numero di crediti pari almeno alla media dei loro colleghi di corso, o non hanno sostenuto nemmeno un esame nell’arco di un semestre. Naturalmente, specifiche categorie previste nel Regolamento tasse (es. studenti lavoratori) conservano un trattamento particolare.
In pari tempo, si attribuisce un premio di pari importo agli studenti che hanno raggiunto 50 crediti formativi. Inoltre, nella seduta di giovedì prossimo il Consiglio di amministrazione delibererà l’attribuzione di 161 borse di studio – del valore di 1000 euro ciascuna – agli studenti più meritevoli. A tale premialità si somma un ulteriore riconoscimento di mille euro per i migliori laureati nei singoli corsi di laurea.
“Le politiche dell’Ateneo – è il commento del Rettore, Giovanni Melis – tengono conto della specifica situazione del sistema sociale ed economico regionale: gli studenti meno abbienti e meritevoli sono ampiamente tutelati, mentre con la premalità si riconosce il merito di quelli più bravi”.
Purtroppo la prima applicazione della sovrattassa ha comportato una serie di disfunzioni legate alla rigidità del sistema informatico d’Ateneo. Per tale motivo si è deciso di annullare tutti i bollettini di pagamento spediti agli studenti, rinviando i termini per il pagamento al 30 giugno, con una specifica comunicazione inviata agli studenti interessati. Resta inteso che chi avesse già effettuato il pagamento non perderà nulla, perché le cifre versate andranno a conguaglio degli importi finali.
Il rinvio del pagamento della sovrattassa appare quantomai opportuno anche per evitare qualsiasi strumentalizzazione nel corso della prossima campagna elettorale, ormai già in corso, per le elezioni di fine maggio per il rinnovo dei rappresentanti degli studenti negli organi accademici.

1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici