..it
.it
Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile
Antonio Pirisi
HOME
News
Ambiente
Cultura
Lavoro
Oltremare
Politica
Salute
Spettacoli
Sport
Taccuino
 

>>> News index >>> FOTOGALLERY
REGIONE - Ortofrutta, Assessore Prato: Nuovi passi avanti per l'aggregazione del settore
 
Regione, 20 gennaio 2011
Prosegue il lavoro del tavolo regionale permanente
del comparto ortofrutticolo sardo, istituito tra l’assessorato
dell’Agricoltura e il Copos (Collettivo delle Organizzazioni produttori
ortofrutticole sarde). Oggi a Cagliari si è tenuto un nuovo vertice
presieduto dall’assessore Andrea Prato che ha incontrato i rappresentanti
del nuovo organismo che raggruppa numerose realtà aziendali del settore (9
Op per un fatturato di circa 45 milioni di euro, 680 mila quintali di
prodotto commercializzato, 853 aziende associate).

“Questa Giunta – ha premesso l’assessore Prato – punta moltissimo
sull’aggregazione e sul sistema delle Op: una prova concreta sono i primi
bandi della legge 15/2010 sul comparto ovi-caprino, ai quali presto
seguiranno anche gli altri per i diversi settori compreso quello
ortofrutticolo. In quest’ultimo registro con soddisfazione il lavoro portato
avanti dal Copos. La struttura assessoriale e le agenzie agricole sono a
disposizione per affrontare ogni problematica e facilitare il percorso di
aggregazione”.

Al centro della giornata, iniziata di mattina e proseguita fino al tardo
pomeriggio, le varie misure del Programma di sviluppo rurale su premialità
nei bandi per le Op, promozione, disciplinari di produzione, ricerca e
sperimentazione, accesso al credito. Sul Psr, l’assessore ha spiegato che
fino a oggi si è preferito proseguire con la prima versione del Programma,
concentrando il lavoro sull’Asse 2, per non bloccare la spesa nelle varie
misure, con il risultato che sia nel 2009 che nel 2010 non si è restituito
un euro all’Unione europea. Da qui in avanti si riprenderà a lavorare anche
sull’Asse 1(miglioramento della competitività dell’agricoltura) e sugli
investimenti, intervenendo dove possibile per migliorare il Psr.

Si è parlato anche delle opportunità delle energie rinnovabili in
agricoltura: “A questo proposito – ha ricordato l’assessore Prato – invito
tutti gli operatori a usufruire di incentivi e opportunità messe in campo da
Regione e Governo. Ricordo i 7 milioni di euro per gli anni 2010-2013,
previsti dalla legge 15 e deliberati in Giunta nel dicembre scorso, che
serviranno al Fondo di garanzia Sfirs per la realizzazione di impianti di
energia rinnovabile fino a 200 Kw da parte degli imprenditori agricoli.
Senza contare che oggi il costo di un pannello fotovoltaico è inferiore
anche del 50 per cento rispetto a qualche anno fa”.

Sul fronte dell’accesso al credito, l’assessore Prato ha ricordato il
recente protocollo d’intesa siglato tra Regione e Abi (Associazione bancari
italiani), che prevede l’aiuto del sistema creditizio agli operatori
agricoli che accedono ai finanziamenti istituiti su varie misure del Psr
(tra cui l’ammodernamento delle aziende agricole e il primo insediamento in
agricoltura).

Durante la riunione si è parlato anche di promozione delle Op, dell’esigenza
di un marchio di qualità collettivo, e di programma specifici di ricerca per
il comparto ortofrutticolo.

Dopo la giornata odierna incentrata sull’ortofrutta, alla quale comunque
seguiranno altri tavoli tecnici, saranno organizzati altri incontri dedicati
a tutti gli altri settori. “Anche per le altre filiere, quella cerealicola,
la apicola, quella delle carni e la florovivaistica, intendiamo dare corso a
tutti gli strumenti che possano privilegiare il percorso dell’aggregazione,
unica strada per diventare più competitivi sul mercato”.


 
« »
1966
1970
1971
1972
 
 

Editoriale Algherese Periodici