Settimanale fondato nel 1972
Direttore Responsabile: Antonio Pirisi

Agenda
News
Ambiente
Cultura

Spettacoli

Sport
Rubriche
Archivio
 
News
REGIONE
Governatore
Giunta
Agricoltura
Ambiente
Istruzione
Economia
Industria
Lavori pubblici
Lavoro
Sanità
Politica
Trasporti
Turismo
Politica
Consiglio
Presidenza
Commissioni
Interventi
PROVINCE
Cagliari
Carbonia Iglesias
Medio Campidano
Nuoro
Ogliastra
Olbia Tempio
Oristano
Sassari

Ambiente
Appuntamenti
Associazioni
Fotosub
Interventi
Itinerari
Natura &
Archivio

Cultura
Arte
Libri
Monumenti
Mostre
Premi
Limba
Archivio

Spettacoli
Cinema
Teatro
Musica
Eventi
Concorsi
Festival
Rassegne
Archivio
>>> News >>> FOTOGALLERY
Il salone letterario celebra a Parigi la sua quindicesima edizione
Cagliari al “Maghreb des Livres”

L'evento è organizzato dall'associazione “Coup de Soleil” nella sede del Comune del tredicesimo Arrondissement, in Place d'Italie sabato e domenica (7 e 8 febbraio)


Cagliari 06.02.2009

Ci sarà anche Cagliari al “Maghreb des Livres”, il salone letterario che sabato e domenica (7 e 8 febbraio) celebra a Parigi la sua quindicesima edizione (“traslocando” dalla consueta cornice dell'Hotel de Ville, alle prese con lavori di restauro, alla sede del Comune del tredicesimo Arrondissement, in Place d'Italie). Il capoluogo sardo ritorna per la seconda volta consecutiva all'annuale appuntamento dedicato ai libri e agli autori del Maghreb con uno stand in cui presenterà le iniziative del Comune e della Regione legate al mondo arabo e al Mediterraneo: in particolare la nascitura Biblioteca Araba che sarà ospitata all'interno della Mediateca del Mediterraneo. E sarà una nuova occasione per sottolineare il ruolo di ponte e crocevia che Cagliari e la Sardegna possono esercitare nel dialogo fra le culture che si affacciano sul Mare Nostrum.
Significativa la presenza isolana anche alla cerimonia inaugurale in programma venerdì sera (6 febbraio) all'Office National du Tourisme del Marocco (in rue Saint-Honoré), il Paese al centro di questa edizione di “Maghreb des Livres”.
Spetterà infatti all'assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, Giorgio Pellegrini, il compito di chiudere la serie di interventi in scaletta a partire dalle ore 19. A fare gli onori di casa, il sindaco di Parigi (e presidente onorario del Salone) Bertrand Delanoë e l'assessore alla Cultura Cristophe Girard, oltre a Georges Morin, presidente dell'associazione “Coup de Soleil” organizzatrice dell'evento.
Spazio poi alle sonorità classiche con un concerto offerto dall'Accademia Internazionale di Musica di Cagliari, l'iniziativa didattica che ogni settembre - da otto anni - porta nel capoluogo sardo tanti giovani musicisti (centoventi da quindici paesi diversi solo nell'ultima edizione) per seguire i suoi corsi di alto perfezionamento. Un appuntamento sempre più apprezzato nel panorama internazionale della didattica musicale e che proprio a Parigi trova la sua sponda continentale più solida: da qui proviene infatti la maggior parte dei suoi musicisti-docenti, ed è nella capitale francese che vive e insegna (al conservatorio “F. Chopin”) da tempo il chitarrista cagliaritano Cristian Marcia, fondatore (con il fratello Gianluca) e direttore artistico dell'Accademia Internazionale di Musica di Cagliari.
Anche la partecipazione al quindicesimo “Maghreb des Livres” nasce da questo stretto legame dell'Accademia con la “Ville lumière”, e il concerto di venerdì si uniforma al clima dell'occasione. Il programma propone infatti pagine di grandi autori del passato legate in qualche modo al mondo arabo e al vicino oriente: arie dall'“Aida” di Verdi, da “L’Italiana in Algeri” e “Il turco in Italia” di Rossini, l'“Arabesque” di Debussy e la “Marcia turca” di Mozart. A interpretarle, quattro musicisiti di altrettanti, diversi paesi, come a ribadire il carattere internazionale dell'Accademia di Musica di Cagliari: il soprano nigeriano Sabena Omo Bello, il baritono cinese Hang Shi, il pianista greco Karolos Zouganelis e il sardo Enzo Lai, flautista nuorese trapiantato a Parigi grazie proprio ai corsi di perfezionamento cagliaritani.

Ottana - La crisi della Legler
Editoriale Algherese Periodici